A proposito di Vendola…

Vista la schizzofrenia politica che pare aver colpito il nostro paese nell’ultimo anno dell’era B/ter, ultimamente per il web è tutto un proliferare di proposte di unioni, apparentamenti, fidanzamenti, concubinaggi, coabitazioni et similia. E il movimento 5 stelle sta avendo più pretendenti (di sinistra) di una zitella ereditiera, salvo poi essere mediaticamente (tv e giornali) ridimensionato dagli stessi che ci girano intorno come avvoltoi, liquidandoci con sufficienza come movimento giovanile di protesta.

Beh, abbiamo fatto un passo avanti. Prima non parlavano di noi e se lo facevano era per darci dell’antipolitica, ora ne parlano, ci riconoscono come movimento ma cercano di togliere importanza alla rivoluzione culturale che rappresentiamo.

A noi tutto questo non interessa, mi sembra. Facciamo le nostre cose, aderiamo alle battaglie che pensiamo siano coerenti con i nostri valori, ci impegnamo ogni giorno. La storia deciderà quello che siamo davvero.

Quello che invece mi perplime, è l’atteggiamento ambiguo di altri movimenti, forse più di opinione che di impegno nel reale come il nostro, con cui abbiamo comunque fatto (e per certi versi ancora facciamo) una strada importante insieme.

Un esempio tra tutti: l’altro giorno eravamo in piazza davanti Montecitorio con i ragazzi del Popolo Viola, con cui abbiamo diviso parecchie battaglie a partire dallo storico No BDay dello scorso anno fino ad arrivare a 3 giorni fa di nuovo insieme in piazza contro la campagna acquisti della maggioranza per ottenere la fiducia alla Camera.

E’ passato Nichi Vendola, un altro che in questi giorni da una parte ci lancia messaggi ammiccanti sperando forse un appoggio del mov5stelle alle prossime elezioni e che dall’altro va in televisione a parlare di noi con una certa condiscendenza come se fossimo ragazzetti che devono ancora imparare a stare al mondo. I ragazzi del Popolo Viola gli hanno fatto una breve intervista da mettere su web e subito dopo hanno iniziato ad urlare “urgente urgente, Nichi presidente”, mentre un ringalluzzito Vendola se ne andava, forse a raggiungere quel Maroni ministro dell’Interno con cui lo abbiamo visto amabilmente scherzare in alcune immagini rubate dal TG de LA7.

Nutro una personale neutralità nel confronto dell’uomo Vendola, ma devo dire che entrambi gli episodi, l’acclamazione da parte dei ragazzi del Popolo Viola e l’atteggiamento confidenziale con Maroni, mi hanno dato ENORME fastidio.

La prima perchè mi rendo conto molte delle persone con cui dividiamo battaglie importanti non sono ancora pronte per il salto di qualità, ovvero passare dall’attesa dell’uomo “nuovo” (nuovo si fa per dire nel caso di Vendola, visto che a tacer di tutto il resto è dal 1992 che sta in Parlamento fino al 2005 che è diventato Presidente della Puglia, carica che ricopre tutt’ora) che risolve i problemi di tutti all’impegno personale nel cercare di trovare insieme un modo per risolverli.

Il secondo, ovvero il cameratismo tra personalità che dovrebbero esprimere culture (oddio, cultura e Lega sono due concetti che fanno a cazzotti, ma spero di aver fatto capire il senso di quello che voglio dire) e valori opposti mi da un brivido sulla schiena: perchè tutta questa confidenza e complicità? Mi viene da pensare che anche io con colleghi di lavoro che la pensano in modo diverso da me ho comunque un rapporto assolutamente civile, a volte complice. Ma sono colleghi di lavoro, appunto. Con cui divido la mia giornata per necessità (lo stipendio) e per obbligo (il buon andamento dell’azienda). Non per passione.

Ecco perchè la politica NON deve essere un lavoro, ma un servizio civile e civico: non si può ridurre a cameratismo tra colleghi la passione che ti porta a confrontarti e discutere sulla tua idea di società, nazione, civiltà cercando la sintesi più ampia possibile per il bene del tuo paese…. Io cittadino mi sento fregato come il datore di lavoro con i dipendenti che fanno comunella per imboscarsi invece che dare del loro meglio per darmi il miglior servizio per i quali vengono profutamente pagati….

Insomma, io con QUESTA politica non voglio avere davvero nulla a che fare.

Advertisements

3 risposte a “A proposito di Vendola…

  1. “Prima non parlavano di noi e se lo facevano era per darci dell’antipolitica, ora ne parlano”

    Visto che iniziano a parlare di voi capiterà che qualcuno verrà qui a leggere quello che scrivi, e prima che ciò succeda ti conviene correggere la terza parola del tuo post, altrimenti si accorgeranno subito che non siete così brillanti come volete far credere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...