Una bella serata senza politica (con la p minuscola)

Ieri sera dopo il TG di Mentana, c’era Exit, trasmissione che in famiglia vediamo sempre con piacere per l’interesse sui temi che tratta, per il modo in cui lo fa, per la spigliatezza della conduttrice che qualche volta si spinge perfino a fare la famosa “seconda domanda del giornalista”.

L’annuncio era di una trasmissione che avrebbe lasciato da parte per una sera il “teatrino della politica” (parole della D’Amico) per parlare del paese reale. Cappero, ho pensato, finalmente un pò di notizie vere! Speranza subito dopo smentita dalla conduttrice stessa che introduceva gli ospiti ovvero i soliti Cota,Vendola, Cicchitto e Chiamparino – alla faccia della puntata senza politica!!!!

La rezione è stata immediata: spegnere il televisore.  Abbiamo bisogno di notizie per capire cosa sta succendendo nel nostro paese, di fatti raccontati, di dare voce a chi normalmente non ce l’ha. Questa politica pervasiva, che entra dappertutto decidendo delle nostre vite e che poi pontifica a reti unificate sui guai che ha causato senza mai mai mai assumenerse la responsabilità MI FA SCHIFO.

La colpa è sempre del governo precedente, dei politici locali o dei politici nazionali a seconda di chi è intervistato, della crisi internazionale, di pippo/pluto/e paperino, della banda bassotti e dell’oroscopo del giorno. Mai una stracazzo di volta che una di queste facce di tolla, da 20 anni in giro a fare danni, si assumesse non dico la responsabilità del passato, ma almeno quella del presente.

E vogliamo parlare delle riforme sempre da fare? Sono cresciuta con il mito della riforma della pubblica amministrazione, dell’istruzione, della giustizia, del lavoro e compagnia cantante. Insomma un paese  da riformare alle radici da almeno 20 anni…. e cosa è stato fatto in questi 20 anni da tutti i vari governi che si sono alternati alla sua guida?

Lo ZERO assoluto.

Chiedo a chi ha ancora dubbi che cittadini nella politica non siano all’altezza del compito: perchè, ci ci campa da 20 anni di politica (quella con la p minuscola, quella della poltrona e del partito) cosa cavolo HA FATTO per questo paese?

Advertisements

Una risposta a “Una bella serata senza politica (con la p minuscola)

  1. “Appello” inventiamoci una ricetta per meno lavoro nero,meno disoccupazione,meno criminalità,meno inquinamento. Ma cualcosa di pulito perchè vuol dire meno malattie.Ora stiamo nel 2011 pensate che questa cosa e possibile?
    Sfido i migliori a questa iniziativa,lo sò che e difficile ma possibile; ogniuno di noi nasce con un dono ,bisognia solo scegliere da che parte stare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...