Mamma Mannara e piccoli contribuenti crescono – 2 puntata

Quando pup@ ha pochi giorni (e, comunque, entro i 3 mesi di vita) devi scegliere il suo pediatra del servizio sanitario pubblico (seguirà puntata apposita, l’argomento merita approfondimenti). Ma prima di questa operazione, DEVI fornirl@ del famigerato CODICE FISCALE, operazione propedeutica al suo ingresso nella grande macchina della burocrazia pubblica.

“Che ci vuole?!”, penserete voi. Vado sul sito dell’Agenzia delle Entrate e faccio tutto on line. OVVIAMANTE NO, che idee, mica siamo nel 2012 in un civile (?) paese europeo!!!

Vabbè, allora se proprio non posso fare tutto on line e mi devo barcamenare tra neonato a ciclo continuo di 3 ore, casa, nonni, mancanza di sonno etc etc vado comunque sul sito leggo le istruzioni, scarico l’inevitabile modulo e vado direttamente in Agenzia con tutti i documenti pronti. OVVIAMENTE NO, troppo facile e sensato.

Vabbè, allora allora allora telefono, pensi annaspando, anche se inizi ad avere un principio di panico da ufficio pubblico misto ad incazzatura; in fondo sei pur sempre Mamma Mannara, pur se con l’ormone post partum in subbuglio….. ma OVVIAMENTE NO, al numero di telefono che ti hanno fornito al corso preparto nessuno risponde e stessa storia per i numeri che trovi sul sito dell’Agenzia.

Con l’efficienza di Mamma Mannara, agguanti il primo mezzo di locomozione disponibile e ti porti TUTTO quello che pensi potrebbe servirti per evitarti di tornare, partendo dal TUO certificato di nascita e di quello del papà alla dichiarazione giurata firmata con il sangue dall’ostetrico che ti ha fatto partorire, non si sa mai che dovesse servire!!!!

Arrivi nell’Agenzia del Territorio competente per la tua zona e mentre fai la tua brava fila allo sportello informazioni, fungi da interprete tra cittadini extracomunitari e burocrazia italica, ascolti casi pietosi, sedi una zuffa e varie altre attività. Ma quando arriva finalmente il tuo turno, ti senti dire che se pure l’ufficio è ancora aperto hanno terminato i numeretti da distribuire per la giornata……….. i NUMERETTI, nel 2012 stanno ancora con i numeretti!!!

E mentre mentalmente ti dici che gli unici numeri che al momento ti vengono in mentre sono quelli degli anni di lavori forzati che daresti a tutta la classe politica e dirigente che ha magnato pezzi di stato dagli anni 80 ad oggi, lì la trasformazione avviene, Mamma Mannara back in action!

Eviti di azzannare alla giugulare il povero impiegato precario dello sportello, inutile passare dal direttore di agenzia che tanto ti dirà che non dipende da lui con aria fintamente concilante, allora fai l’unica cosa che hai ancora la libertà di fare, ovvero PARLI. Parli e racconti a tutti cosa potrebbe succedere in un paese normale, se la banca dati dell’Anagrafe del tuo Comune comunicasse con quella dell’Agenzia delle Entrate e le trasmettesse i dati di ogni nuovo nato, in modo da procedere all’emissione automatica di Codice Fiscale ed iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale.

Cavolo, con il codice fiscale pup@ si becca 32.000 €. di debito pubblico sul suo implume capino; potrebbero almeno rendere la vita più facile alla sua Mamma Mannara!

Advertisements

Una risposta a “Mamma Mannara e piccoli contribuenti crescono – 2 puntata

  1. Leggere la Costituzione in aula è un gesto nobile e di alto profilo,ma ci vuole ben altro per stare in Parlamento e soprattutto ci vogliono i numeri che nessuno ha.Ergo,si sta perdendo solo tempo,con l’unica nota positiva che è lo scioglimento delle Camere,inevitabile atto che il nuovo Capo dello Stato sarà costretto a compiere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...