E nun ce vonno stà!

A parte il punto di vista emotivo (che come sempre ho bisogno di vivere ancora un pò nella mia pancia prima di metterlo su “carta”), vorrei fare un’analisi della gestione complessiva della giornata di ieri dal punto di vista organizzativo.

E’ stata una faticaccia immane nonostante l’enorme impegno profuso da tutti i volontari ma forse proprio per questo ancora più appagante.

E come sempre accade dopo le nostre manifestazioni, tutti ci hanno fatto i complimenti: i Vigili Urbani, la Questura, la Digos, la Croce Rossa. Hanno fatto i complimenti a noi per la gestione di un evento così complesso (e ricordo che siamo tutti volontari!) e al nostro popolo 5 stelle per la civiltà e l’educazione dimostrate. Personalmente ho anche vinto la mia scommessa con il dirigente dell’AMA (la mozzezza, per intenderci) che avevo sfidato predicendo una piazza pulitissima nonostante le 800.000 persone transitate a San Giovanni.

Unica nota dolente in tutta l’organizzione la prepotenza dei giornalisti italiani che, non accreditati per il backstage, hanno prima creato enormi difficoltà ai volontari dell’accoglienza e poi hanno obbligato la questura ad intervenire per evitare che sfondassero le transenne.

Come se io organizzassi una cena, arrivasse un ospite non invitato, lo facessi comunque entrare in camera da pranzo con gli altri ma lui si incazzasse perchè vuole andare a curiosare nella mia camera da letto ed io gli dico di no.

I giornalisti italiani hanno pretestuosamente starnazzato che ledevamo l’art. 21 della Costituzione non permettendo loro di accedere al nostro backstage!

E qualcuno di loro si è anche permesso di RICATTARE me come organizzazione e la pazientissima dirigente della Questura presente minacciando che se non li avessimo fatti accedere al restropalco avrebbero creato apposta problemi di ordine pubblico! Devo dire che mentre io sono rimasta allibita alla sua sfacciata risposta affermativa alla mia domanda “mi stai ricattando?”, la dirigente è stata davvero in gamba con un lapidario “allora quando arriverà il problema di ordine pubblico lo affronteremo ma ognuno ne affronterà le responsabilità”.

Come se la notizia di ieri fosse un retropalco con gente intenta a lavorare come laboriose api operaie e non la gente sulla piazza, la sua voglia di riscatto e cambiamento, la passione e l’energia che trasmetteva.

A loro non interessava tutto questo, non è il cittadino indignato e pronto a riprendersi in mano la sua vita che fa notizia ma un pass negato.

Questo perchè, troppo abituati da anni di leccaculismo incrociato con il potere, pensavano che un tesserino da giornalista (e voi sapete cosa ne pensiamo noi 5 stelle del loro ordine, tanto da volerlo abolire con il 2 vday) desse automaticamente diritto ad un pass per il backstage.

Volete capire che il tempo dei reciproci favori è finito? Io do un pass a te, tu fai un bel pezzo su di me?

Giornalisti sveglia! Ricominciate a cercare la notizia e non il gossip e forse l’Italia sarà un posto migliore anche grazie a voi (e non solo al meraviglioso popolo 5 stelle!)

Advertisements

48 risposte a “E nun ce vonno stà!

  1. Ben detto e ben scritto Barbara !!!
    Non ci conosciamo personalmente e nemmeno sul Forum ma comincio veramente a stimarti come già tanta parte del movimento.
    Che bello vedere ieri pomeriggio che il Movimento 5 Stelle raccoglieva i rifiuti per salvaguardare l’ambiente senza violentarlo !!

    • Anche gli Alpini dopo i loro raduni oceanici ripuliscono le città. Ci mancava che non lo faceste voi !

    • Ben detto non so, se ne può discutere, ma quanto a “ben scritto”, lascerei perdere. L’italiano è un’altra cosa.

    • È semplice. Per offrire loro un motivo in più per parlare dell’adunata e spenderci più minuti del solito, con la scusa di dire che erano stati scacciati. Un modo furbo di Grillo per ottenere dai telegiornali un contributo alla propaganda.

  2. Salve
    Sono un tuo elettore. Da oggi lavori anche per me. Lascio una proposta: la creazione di un’unica piattaforma web (sito,blog ecc..) per poter parlare con tutti voi eletti. Parlamento pulito ora è anche per voi. Un’unica piattaforma su cui postare video di ciò che fate e come lo fate su cui postare le vostre opinioni che da oggi saranno quelle che contano. Le proposte di legge che vi verranno sottoposte nelle commissioni ed in aula. Soprattutto la possibilità di poter davvero essere “100 dentro e qualche milione fuori”. Non può essere il blog del grande Beppe. Tutti ringraziamo e ringrazieremo eternamente Beppe per ciò che ha fatto ma da oggi lui è solo un cittadino libero di poter commentare sul suo blog quello che vuole e come vuole.
    Grazie

  3. Già sentita quelli della caccia al giornalismo dei gossip (son gli stessi che han difeso difendono un depravato in odor di mafia)… Vedi tu.

    • cioè, con tutto quello chec’è scritto qui sopra, dalla difesa di fascisti alla giustificazione su manganelli e razzismi… tu fai una correzione per un troncamento sbagliato? è un italiano da laureati, come giannino

  4. Ciao Roberta,
    partecipavo ai meetup altoatesini negli anni precedenti …. poi ho dovuto lasciare per motivi professionali!
    Volevo farti gli auguri di cuore per il tuo muovo “incarico”.
    Luca e famiglia

  5. Ma dai!
    Senza i giornalisti, senza soprattutto la televisione, senza il loro continuo parlare di Grillo e dargli spazio nei tg e imporre a tutti ogni santo giorno i suoi urli e la sua faccia, non avreste avuto il successo che avete avuto a queste elezioni!
    In Italia è solo una piccola minoranza quella che usa il web per informarsi (tra l’11 e il 14%, più o meno tanti quanti i lettori di giornali). Il resto, per lo più analfabeta o comunque composto da gente che non legge mai, si abbevera alla televisione.

    Il vostro capo lo sa bene questo. Esattamente come lo sa Berlusconi.
    E infatti ha usato i giornalisti e la televisione, sapendo che si sarebbero fatti usare.
    Sarebbe ora che lo sapeste anche voi! O che, sapendolo (come credo che lo sappiate), non fingeste di credere a questa leggenda di essere cresciuti attraverso l’uso del web.

    È vero che l’informazione giornalistica è pessima da noi.
    Ma una delle prove di ciò è il contributo che ha dato al vostro movimento, a scapito dell’informazione e del dibattito (vero, non da talk show) su idee e programmi.

  6. “Chi è il responsabile? Loro! I partiti! Abbiamo una nazione economicamente distrutta…sono loro i responsabili! Noi non siamo come loro! Loro sono morti!… mi hanno proposto un’alleanza. Così ragionano! Ancora non hanno capito di avere a che fare con un movimento completamente differente da un partito politico… noi resisteremo a qualsiasi pressione che ci venga fatta. È un movimento che non può essere fermato… non capiscono che questo movimento è tenuto insieme da una forza inarrestabile che non può essere distrutta… noi non siamo un partito, rappresentiamo l’intero popolo, un popolo nuovo…”

    ADOLF HITLER 4 APRILE 1932

  7. Auguri di buon lavoro. Tenete duro, solo sfiducia ai partiti del regime. Proposte di legge rivoluzionarie da subito, così salteranno in aria. La svolta è a portata di mano.

  8. Ciao Roberta. Devi rettificare i tuoi deliri su Casapound, o mi occuperò personalmente di agevolare la tua distruzione politica. Farò di tutto. Adriano Chiarelli. Cerca su google.

    • Perbacco che paura!!!!!!!!!
      Dopo anni che i politici bruciano la bandiera italiana (vedi Lega Nord), Insultano il capo dello Stato, commettono reati penali ……Lei Signor Adriano Chiarelli si permette di minacciare???? Ahahahahahahaha allora se davvero vuole farlo che sia una punizione retroattiva per tutti i politici di cui accennavo sopra. Buon lavoro (mi sa che ne avrà tanto).

  9. Arrivano i sicari del signor Adriano…..per cortesia adeguarsi subito, altrimenti la “democrazia” trionferà!!

  10. Molto c’è ancora da capire/scoprire di voi. Mi piacerebbe conoscere il vostro singolo pensiero e non quello che vi viene suggerito di dire o fare. Sarebbe bello pensare che adesso realmente in parlamento siede qualcuno dotato di libero arbitrio e che prende della scelte, giuste o sbagliate che siano, sulla base di un proprio pensiero. Invece ancora aleggia un certo mistero, un alone da settarismo che mi lascia perplesso e scettico. Di fronte alle responsabilità ed alle pressioni che la vita parlamentare impone cosa farà ognuno di voi?
    In molti forum ho posto la seguente domanda ma non ha mai risposto nessuno o è stata censurata, la mia non è malizia ma solo un chiarimento:
    Lo stratega di internet come vi ha spiegato il suo curriculum da socio di Colaninno e company?

  11. Salve, mi occupo di clima ed energia sia come volontaria di un’associazione (Italian Climate Network) che come giornalista free lance. Vorrei capire se e come parlare con qualcuno del Movimento sugli argomenti clima ed energia. Non ero a San Giovanni. Ho scritto al sito web di Beppe Grillo, nel modulo, ma non ho ricevuto risposta. Vorrei chiedere se, adesso che alcuni del movimento entreranno in Parlamento, sarà consentito parlare dei vostri punti a programma. Grazie
    Veronica
    (mi trovate su Twitter come @VeronicaClima)

  12. Scusa se utilizzo il tuo blog, ma da cittadino vorrei sapere se sono vere le tue dichiarazioni sul fascismo che ha pubblicato Libero. Se fossero vere, vorrei ricordarti che il fascismo è stato fondato il 23 marzo 1919 e fin dal primo giorno si è sviluppato lasciando dietro di sé una scia di sangue e di violenze, di assalti alle Camere del Lavoro, ai Carabinieri e alle parrocchie. Vorrei ricordarti che ha preso il potere umiliando le istituzioni con un colpo di Stato e poi le ha del tutto distrutte dopo l’omicidio Matteotti (che denunciava brogli elettorali) con le leggi “fascistissime” del 1924/1925. Come fai a dire che il fascismo delle origini aveva un altissimo senso dello Stato? Le origini quali, in che periodo? E lo Stato quale? Quello etico della destra hegeliana e di Gentile o quello della democrazia? Mi chiarisci cosa vuoi dire? Grazie.
    Salvatore Pace, Napoli.

  13. carissima roberta,
    mi piace quel che scrivi ma quando scrivi “…… un paese che ha la Conservatoria e il Catasto a pezzi, che lungi dall’aver digitalizzato le posizioni in archivio lavora ancora su vani anzichè metri quadri e planimetrie cartacee anzichè pdf” mi dispiace ma stai fortemente sbagliando, evidentemente non conosci la realtà; se vuoi informazioni esatte da un esperto trentennale del settore nonchè fortissimo spirito critico e spina nel fianco dei suddetti uffici, scrivimi, ho tantissime cose da dirti
    cordialmente

  14. Vedete di non trascurare il fatto che, a mio parere, sarebbe il caso di partire da un 51% di donne nelle amministrazioni tutte. Perchè l’autostrada è questa, le altre sono strade.

    • il sesso non fa nessuna differenza. Meglio uomo, piuttosto che fascista e nostalgica, Quei riferimenti alla sacra famiglia sono assolutamente tipici dei fascisti vecchissimo stampo…
      aspettiamo che il parlamento debba votare la legge sui gay… i conservatori inglesi hanno votato a favore dei gay, ma i conservatori inglesi non sono fascisti.

  15. carissima… le parole sono come macigni e di parole pesanti ne ho ascoltate davvero tante da parte delle persone del vostro movimento. Assolutamente no comment sulla tua posizione “nostalgica”, in un paese dove l’apologia dello stesso è ancora pur sempre reato. La cosa si commenta da sola. “Chi non ricorda la propria storia è condannato a riviverla” disse Primo Levi. Era un riferimento agli stolti, a quelli che fanno finta di non ricordare e a quelli che distinguono tra un fascismo buono ed uno cattivo.
    Volevo invece dirti che i sindacati, che per te rappresentano il becero ed il vecchio, esistono pure negli Stati Uniti. I sindacata vanno sicuramentre trasformati da centro di potere, in organismo di rappresentanza dei lavoratori. Ma non vanno “aboliti” come ha detto Sai Baba, perché bisogna portare democrazia sul posto di lavoro,, e non toglierne…. anche se mi rendo conto che per voi, pure la democrazia e becera e vecchia, tant’è che non eleggete organismi dal basso… insomma, forse non mi stupisce molto che una persona che fa parte di M5S possa avere simpatie nostalgiche come le tue.
    Voglio anche dirti che i partiti in quanto tali esistono in tutto il mondo, e sono luoghi di democrazia in tutto il mondo, ove, al contrario di M5S la base elegge i propri rappresentanti.
    p.s.: vi voglio vedere quando si dovrà votare le leggi per di dirittti dei gay… il vostro “movimento” scoppierà come una bolla di sapone … perché tu non sei illuminata come i conservatori inglesi (che hanno votato a favore dei gay), tu sei fascista 🙂

  16. Piccola differenza….. Piazza S. Giovanni non è il salotto di casa sua, ma un luogo pubblico, pubblicamente calpestabile e accessibile a chiunque voglia e qualunque professione faccia,tanto più in occasione di manifestazioni pubbliche. Se non voleva i giornalisti, la manifestazione doveva farla nel salotto di casa sua, luogo privato nel quale può invitare e accogliere a buona ragione solo chi le è gradito.
    Ogni luogo ha le sue regole e a volte anche le sue leggi (non parlo di quelle non scritte, proprio quelle scritte nella costituzione, al limite se interessata le cito gli articoli, sono parecchi a tal proposito).
    Il M5S mi piace, mi dimostri che le conosce e le rispetta, TUTTE, non solo quelle più utili alla occasionale bisogna .
    cordiali saluti

  17. art. 4 eart. 35 (sul diritto al lavoro, se si impedisce a un cittadino di fare il suo…un pò stiracchiato ma ci sta).
    per quanto riguarda il salotto di casa sua, art.14, piazza.Giovanni non rientra nel caso
    art. 16 (conclamato e autoironico se si possiede tale dote).
    art. 17(idem)
    art. 21 (scontato, come sparare sulla croce rossa)
    art. 42 (sulla proprità dei beni pubblici)
    art. 54 (sull’obbligo di rispetto della costituzione)
    Disposizione nr XII (ma questa è un’altra storia, in formalina)
    e inoltre girovagando per il blog ho notato alcune riserve anche sugli articoli
    39, 49, 64,67

  18. @Utopicofidelio,il tuo riferimento al movimento nazista mi sembra davvero fuori luogo!Ovviamente tu sarai uno di quelli che ha votato Pd-l o Pdl,ci troviamo in questa situazione di stallo grazie a gente come te.Ma va bene perché siamo ancora in democrazia o pseudo tale.Gli italiani sono davvero un popolo strano,sanno solo lamentarsi delle cose che nn vanno,poi però quando gli danno la possibilità di cambiare la situazione attuale(ovviamente senza alcuna certezza) si tirano indietro per paura di perdere quel poco che la vecchia partitocrazia gli ha lasciato.Se si vogliono cambiare davvero le cose, ci vuole l’aiuto di tutti.

  19. Non è eliminando l’ordine dei giornalisti (o qualunque altro ordine, se è per questo) che farete “pulizia” in Italia di corruzione e malainformazione. La strada è la riforma degli ordini.
    I giornalisti, come qualsiasi altra categoria (compresi voi grillini, che ora siete andati ad occupare quelle sedie del potere che puzzano di corruzione lontano un miglio) si dividono in eticamente corretti ed eticamente scorretti. L’ordine dovrebbe sorvegliare affinché le scorrettezze siano riconosciute, punite, additate.
    La libertà di espressione è sacra…. ma a quanto pare per lei è sacra solo quando la riguarda. Studiare da giornalista, prepararsi seriamente e sostenere un esame significa anche sapere dov’è il confine tra quello che si può e non si può fare, tra quello che si può e non si può dire, tra quello che si può e non si può pubblicare su un blog. Che poi esistano dei giornalisti raccomandati, che hanno superato l’esame non per aver studiato, o cui non interessi certo il confine tra giusto e sbagliato ma solo arrivare e farsi notare, questo è certamente vero, come lo è di qualsiasi, e dico QUALSIASI altra categoria.
    Forse pian pianino intendete vietare l’accesso alle vostre “feste private ” (in piazza??’) anche agli ingegneri, ai medici, agli architetti, ai netturbini, e magari in fondo in fondo anche agli ebrei?

    • Quando i parlamentari dovranno votare per la fiducia si ricordino degli italiani non di Grillo e Casaleggio!

  20. vorrei semplicemente dire che presentarsi come “mamma di un bellissimo bambino di 10 mesi”, che immagino sia assolutamente vero, da il senso della pochezza del contributo che potrà dare questa neo capogruppo alla camera dove il suo è il primo partito. non ho nulla contro le mamme ne contro i papà, visto che anch’io lo sono (papà), ma non mi verrebbe mai in mente di porre questa mia situazione personale all’inizio di un mio “curriculum” di neo parlamentare. per quanto le presentazioni personali riservo a queste i miei spazi privati e non certo professionali.
    aggiungo che sarei un po’ annoiato dalle persistenti “grida” di rappresentanti del movimento come se fossero ancora fuori dal parlamento mentre ci sono dentro mani e piedi. sarebbe il caso di parlare meno e combinare di più, meglio e più velocemente. fino ad ora vedo più somiglianze che diversità rispetto ai partiti tradizionali, infatti “gridare” ai giornali le proprie posizioni in modo molto ondivago (non è certo sufficiente dire che i “no” sono no ed i “si” sono si (fin qui ci si arriva tutti e risulta una precisazione piuttosto patetica) per occultare un reale aproccio di “trattativa indiretta” con i partiti che si dichiara di contrastare.
    Da ultimo: ho ancora nelle orecchie il vostro, non saprei come definirlo, leader ? che apstrofa i ministri e di parlamentari come “nostri” dipendenti. Dovrebbe essere ancora valida come definizione e quindi è piuttosto fastidiosa la sensazione che, più che dipendenti “nostri” voi parlamentari del movimento siate dipendenti “suoi”: questa è più che una sensazione.

    Daniele

  21. Pingback: Pro Grillo, vel: ordinem servate, comites! | Non al Denaro. Non all'Amore. Nè al Cielo.·

  22. Con una persona che non capisce la differenza tra il suo salotto e una pubblica manifestazione su suolo pubblico e pensa che l’accesso al back stage sia un privilegio francamente non prenderei nemmeno un caffè. Ci vediamo in conferenza stampa (se ne farà). Sarà un piacere.

  23. A.N.P.I. Associazione Nazionale Partigiani d’Italia

    Il Presidente Nazionale ANPI sulla recente dichiarazione pro-fascismo dell’On. Roberta Lombardi, capogruppo alla Camera del Movimento 5 stelle:

    “A proposito delle affermazioni di una esponente del gruppo dei “grillini ” in Parlamento, Roberta Lombardi, rilevo ancora una volta che i pregiudizi, come quello del ” fascismo buono “, sono duri a morire, anche quando confliggono con la realtà storica . Sarei curioso di sapere in che modo e quando il fascismo avrebbe dimostrato un “altissimo senso dello Stato” ; parimenti, sarei curioso di sapere quando sarebbe – sempre secondo l’On. Lombardi – cominciata le “degenerazione”, se prima o dopo gli incendi delle Case del popolo, le aggressioni, le botte e le purghe a chi veniva considerato antifascista, la marcia su Roma, la progettata occupazione del Parlamento, gli omicidi compiuti già prima che il fascismo salisse al potere; e, magari, se prima o dopo le leggi razziali. Se quella del ” fascismo buono” può essere ancora considerata una tesi proponibile , c’è da chiedersi cosa si insegni nelle scuole e su quali fondamenta riposi la cultura di certi esponenti politici”

    Carlo Smuraglia – Presidente Nazionale ANPI

    (Cara cittadina Lombardi, sommessamente e con tutto il garbo di cui dispongo, devo dire che la tua precisazione non sposta di una virgola la sostanza delle tue affermazioni. Ti ho riportato il commento del presidente dell’ANPI affinchè tu possa replicare – se ritieni di doverlo fare – alle sue considerazioni. A me sembra che senso dello Stato e socialismo non abbiano avuto nulla a che vedere con l’avventura mussoliniana. Sia prima che durante e dopo, ma sono sempre pronto a ricredermi se qualcuno riesce a dimostrare il contrario. Tu puoi provarci, ma la vedo molto dura. Potresti chiudere l’infortunio chiedendo scusa invece di insistere nell’avventurarti in una questione, se così si può definire, che non mi sembra tu conosca molto bene. Pensaci, forse riusciresti a bilanciare la pessima figura che, a mio parere, hai fatto. Con i migliori auguri per la tua attività parlamentare.)

  24. Hai ragione, il fascismo teneva alla famiglia, donava anche 500 lire per ogni figlio maschio, solo al maschio però, gli serviva come carne da cannone.

  25. Ciao Roberta, apparte che mi piace il fatto di sapere una MAMMA Romana al M5S mi fa impazzire……non solo voi ho votato ma ho convinto tutta la mia grande famiglia! Mai stata così emozionata ad un seggio…..mi tremavano le gambe e le mie sensazioni le ho condivise con altri cittadini ma anche con le scrutatriciiiiiiii! Comunque vi sostengo con tanta forza ed energia, ti auguro un buon lavoro e vai avanti senza paura……ti prego non dimenticate la scuola stiamo veramente a pezzi……….un bacio Barbara mamma di thomas 9 anni e Nicholas 3 anni ROMA!

  26. Da notare…36 commenti qui, e piu di 1000 per le affermazioni presunte pro-fascismo. Fa capire gli italiani che sport preferiscono, quello di rompere le palle e sbraitare, le vorrei proprio vedere queste persone al di fuori dello schermo, cos’hanno fatto nella loro vita per rompere cosi e continuare a puntualizzare fino alla nausea…si si le vedrei una per una…puah

  27. L’elezione di Laura Boldrini e Grasso, a presidenti di Camera e Senato dimostra che, dopo la vittoria elettorale, un risultato importante il M5S lo ha già ottenuto,quello di costringere la partitocrazia e gli apparati del PD a fare passi indietro. Si affacciano volti nuovi persone più credibili.

    Al senato alcuni del M5S hanno capito che la chiusura totale ad ogni possibile convergenza sarebbe un atto sbagliato, sia per il paese che per il futuro de movimento stesso.

    C’è ora l’occasione storica di partecipare in modo non passivo ad un tentativo di cambiamento reale. Mi auguro che non si voglia nascondere la testa sotto la sabbia finendo col permettere ad altri di intestarsi il tentativo di cambiare un sistema malato in fase di disgregazione. La situazione resta difficile, ma chiudere la porta a questa speranza sarebbe suicida.

  28. L’ineffabile Roberta Lombardi dopo le consultazioni. Forse non sapeva?

    Dalle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio molti esponenti del Movimento 5 Stelle, incluso Beppe Grillo, hanno detto più volte di essere la prima forza politica del paese per numero di voti. In pratica hanno sostenuto di aver preso più voti di tutti alla Camera, il cui risultato del voto viene considerato indicativo dei rapporti di forza tra partiti (alla Camera votano infatti tutti i cittadini maggiorenni, nei limiti stabiliti dalla legge, mentre al Senato vota solo chi ha più di 25 anni).
    Il concetto è stato ribadito oggi dopo le consultazioni da Vito Crimi e Roberta Lombardi, capigruppo del M5S in Parlamento, e da un comunicato pubblicato sul blog di Beppe Grillo, dove si legge:
    «Il M5S è stato il primo per numero di voti alle ultime elezioni. Per questo chiede ufficialmente un incarico di governo per realizzare il suo programma»
    In realtà il M5S non è il primo partito per numero di voti alle ultime elezioni.
    Secondo i dati ufficiali riportati sul sito del ministero degli Interni, alla Camera (Italia + Estero) il Partito Democratico ha ottenuto 8.932.615 voti, mentre il M5S ne ha ottenuti 8.784.499; il PD ha ottenuto quindi 148.116 voti in più. Anche al Senato, comunque, il PD ha ottenuto più voti del M5S: 8.674.893 (8.400.161 in Italia e 274.732 all’Estero), contro 7.375.412 (7.285.850 in Italia e 89.562 all’Estero).
    L’equivoco nasce forse dal fatto che nella sola circoscrizione Italia della Camera – senza i votanti all’estero – in effetti il M5S è stato il primo partito: ha ottenuto 8.689.458 voti, mentre il PD ne ha ottenuti 8.644.523 (una differenza di 44.935 voti). Ma questa è una distinzione che Grillo e il M5S non fanno, e che comunque non avrebbe molto senso.

  29. Per inciso: il primo partito d’Italia è quello dei non votanti che sommati ai voti dati al M5S e a Berlusconi ricostruiscono quella massa critica di italiani di cui parlava Leopardi nel suo saggio del 1824!

  30. Piazza del popolo non è la sua camera da letto. L’accesso negato è un abominio perché quello è suolo pubblico.

  31. Gentile signora,
    oggi l’ho sentita dire che il ritiro di Grillo dalla corsa al Quirinale è stato un bel gesto.
    No, si è ritirato perchè ineleggibile secondo anche il vostro statuto per una vecchia condanna riguardante un incidente: O mi sbaglio?
    Cordiali saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...